Qual è l’aspettativa di vita per le persone affette da Anemia mediterranea?

In molti affetti da questa malattia si chiedono qual è l’aspettativa di vita delle persone affette da talassemia.
C’è da dire che ci possono essere diverse complicazioni causate dall’anemia mediterranea:

Sovraccarico di Ferro

Questa condizione può essere causata dalle frequenti trasfusioni di sangue o dalla stessa malattia. Il sovraccarico aumenta il rischio di malattie epatiche come l’epatite o la cirrosi.

Alloimmunizzazione

A volte, una trasfusione di sangue scatena una reazione in cui il sistema immunitario della persona reagisce al nuovo sangue e cerca di distruggerlo. Per prevenire questo problema è necessario che il sangue del donatore e del ricevente siano perfettamente compatibili.

Ingrossamento della Milza

Uno degli effetti della talassemia è il cambiamento di forma dei globuli rossi. A cose normali questi vengono “riciclati” dalla milza che però trovandosi di fronte a forme strane fa fatica a compiere il suo normale lavoro e come conseguenza si ingrossa.

La milza ingrossata può diventare iperattiva e iniziare a distruggere anche i globuli rossi normali ricevuti tramite trasfusione.

Convivere con l’Anemia Mediterranea

Per le persone affette da talassemia è importante essere sotto controllo medico continuamente. In particolar modo le persone che ricevono le trasfusioni devono partecipare regolarmente agli appuntamenti di trasfusione e chelazione, seguire una dieta sana e fare attività fisica.
Per quanto riguarda l’alimentazione è bene evitare alimenti ricchi di ferro per non causare un eccessivo accumulo nel sangue.

Un altra importante precauzione è quella di mantenere aggiornate le proprie vaccinazioni per prevenire le malattie e soprattutto per quanto riguarda i pazienti che ricevono trasfusioni che sono più soggetti a rischio di Epatite A o Epatite B.

Aspettativa di vita per le persone con Talassemia

Nonostante le gravi conseguenze cardiache a cui può portare la beta talassemia major, gli altri tratti talassemici non hanno un’incisività sull’aspettativa di vita che rimane pressochè uguale a chi non presenta il tratto.